Dolomiti di Brenta – Cima d’Ambiez: ripetizione nel 2013 delle 3 recenti creazioni.

Arrampicare sulla Cima d’Ambiez vuol dire:

Roccia Dolomia, Esposizione da Est a Sud, Vie classiche anche di alta difficoltà, Controllo visivo su tutta la Valle, Verticalità, Clessidre, arrivo in cima defaticante . . . . .   e molto altro . . . . .

Queste 3 vie che percorriamo nell’estate 2013 sono le ultime 3 creazioni di Elio:

“Il Regalo di Giac”: (aperta nel 2011) Bellissima arrampicata libera.

“In Punta di Piedi”: (aperta nel 2008) A parte un tiro di cui 10 mt. completamente in artificiale (comunque Iper Ben chiodato e Unico nel suo genere) il resto della via in arrampicata in libera.

“Via Angele”: (aperta nel 2011) Roccia eccezionale.

Il meteo in questa estate ci dà la fortuna di scalare sempre a 2800 mt. in maniche corte ed è proprio così che si riesce a godere appieno la salita su questa cima. Uno degli aspetti interessanti di queste vie (come del resto tutte su questa cima) sta nella loro chiodatura. Certamente la roccia lavorata e la qualità molto buona permette un uso più sicuro del chiodo e nonostante a volte ci troviamo anche a poche decine di metri da itinerari che seguono linee classiche, come le fessure, le protezioni veloci ma anche l’uso dei chiodi è sempre possibile. E’ così che Elio vuole descrivere la sua arrampicata, di ricerca, naturale, paziente, leggera, essenziale . . . . . . . . . . . . . . . . .

Pubblicato in Arrampicata Taggato con: , , , , ,

Lascia una risposta